Primavera Missionaria News. Dal 1953 la voce di San Gaspare nel mondo

Anche in Tanzania batte un cuore giallorosso

di Roberto Riscaio

Domenica 19 Novembre si è svolto, presso il Teatro San Gaspare, l’evento teatrale “Ago Capitano Silenzioso”, di Ariele Vincenti.
Come Presidente del Roma Club “Appio Latino” mi sono incontrato circa un mese prima con Daniele, Presidente del Roma Club “San Giovanni”, e con Mario, Presidente del Roma Club “In Porto Col Vessillo”, dopo che l’Associazione Italiana Roma Club (A.I.R.C.) ci aveva parlato di questo spettacolo, giunto alla settantesima replica.
I nostri Roma Club nati nel mese di settembre avevano voglia di fare qualcosa che ci unisse per il nostro territorio, onorando anche la memoria del grande Capitano Agostino Di Bartolomei.
Conoscendo da anni i Missionari del Preziosissimo Sangue, ho proposto agli altri Roma Club di sostenere il St. Gaspar Hospital di Itigi, in Tanzania.
Abbiamo iniziato subito a coinvolgere i soci dei nostri Roma Club e molti hanno accettato l’invito e, per cercare di riempire il teatro, grazie all’A.I.R.C. siamo riusciti a coinvolgere anche tanti altri Roma Club.
Alcuni non potendo partecipare hanno comunque voluto contribuire lo stesso alla beneficenza, segno della grande generosità che fa di tutti noi una famiglia. Proprio negli ultimi giorni, quelli del tam tam, grazie anche agli amici del teatro San Gaspare, abbiamo iniziato a raggiungere oltre 200 prenotazioni, pur essendo una domenica ecologica con i limiti alla circolazione. Abbiamo sempre pensato che Agostino Di Bartolomei, con il suo grande cuore, ci avrebbe dato una mano insieme a tutti i tifosi giallorossi.
Arrivano le 14:30 della domenica e, mentre Ariele inizia le sue prove nel teatro, noi organizzatori allestiamo la mostra fotografica su Agostino, con le foto di Roberto Tedeschi, e i tavoli per il rinfresco finale.
Viene allestito anche il banco missionario dove, Chiara ed Elisabetta, espongono oggetti provenienti dalla Missione in Tanzania e le brochure del progetto dell’Ospedale, insieme a un contenitore destinato al ricavato dello spettacolo e alle offerte per la beneficenza.
Arrivano intanto gli ospiti, tra cui ex calciatori, compagni di squadra di Agostino, scrittori, personaggi legati al mondo della Roma e anche i Missionari del Preziosissimo Sangue. Manca meno di un’ora all’inizio dello spettacolo e arriva anche la mascotte, Romolo, inviata dall’AS. Roma che accoglie gli spettatori anche per fare le foto. Finalmente ciò che desideravamo si sta realizzando e tutta la tensione accumulata nell’ultima settimana inizia a scaricarsi…
Arrivano in teatro anche persone che non avevano prenotato e, anche gli ultimi trenta posti ancora disponibili, iniziano a riempirsi fino ad arrivare al sold out!
Il presentatore, dopo aver chiamato noi organizzatori a salutare e ringraziare i presenti, introduce il monologo di Ariele e lo spettacolo finalmente può avere inizio!
Attraverso l’amicizia con Agostino fin dai primi calci ad un pallone nei campi del quartiere di Tor Marancia, i personaggi riportano molti di noi alla nostra giovinezza, a quando il calcio esprimeva più valori e meno business. In sala è visibile sui volti la commozione del ricordo, che avevamo appunto chiamato nella locandina “Ago nel Cuore”. Il suo ricordo, infatti, è ancora impresso nel nostro cuore. In teatro c’erano anche bambini e nonni, segno che questo spettacolo è riuscito a coinvolgere tre generazioni. E anche i più piccoli, che non hanno mai conosciuto Agostino, sentono parlare di un uomo semplice, educato, gentile e sempre rispettoso verso arbitri, compagni e avversari, che amava la letteratura e l’arte e parlava come un filosofo.
La parola “Silenzio” scritta su un grande striscione fa scorrere tutta la storia, raccontata nel giorno della morte di un uomo, che di fatto non potrà mai morire nei nostri ricordi.
Al termine dello spettacolo è il momento del ricordo di chi lo ha conosciuto direttamente, preceduto dalla testimonianza di Don Terenzio Pastore, Direttore della Provincia Italiana della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue e di Don Giacomo Manzo, Direttore di Primavera Missionaria; i sacerdoti descrivono le attività della missione in Tanzania nell’Ospedale San Gaspare di Itigi, una delle strutture più avanzate della Tanzania che “educa, cura e consola” questa località e i villaggi vicini, per un raggio di 130 Km. E si crea così, per i presenti, quel collegamento tra lo spettacolo e il sostegno che, attraverso il monologo su Agostino, abbiamo potuto portare in Tanzania, affinché il cuore del Capitano possa continuare a battere anche in quel luogo lontano. Perché le persone come Agostino non muoiono mai… 

Condividi          

Editoriale

Password

Perché

Perché

Perché non ci lasciamo guidare…

Colloqui con il padre

Altri in evidenza

Altri in evidenza

NSDS Marzo-Aprile 2023

Ultimo numero

Nel Segno del Sangue

La nostra voce forte, chiara e decisa sulla società, sul mondo, sull’attualità, sulla cultura e soprattutto sulla nostra missione e vita spirituale come contributo prezioso alla rinascita e allo sviluppo della stessa Chiesa.

Abbonati alle nostre riviste

Compila il modulo on-line con i tuoi dati e riceverai periodicamente il numero della rivista a cui hai deciso di abbonarti.

Le nostre riviste

Primavera Missionaria: il bollettino di S. Gaspare
Nel Segno del Sangue: il magazine di attualità dell’USC
Il Sangue della Redenzione: la prestigiosa rivista scientifica.

Copertina Primavera Misionaria
Copertina Nel Segno del Sangue
Copertina Il Sangue della Redenzione