Primavera Missionaria News. Dal 1953 la voce di San Gaspare nel mondo

Bazzoffia

di Elena Castiglione

La bazzoffia è il nome con il quale nella provincia di Latina, in particolare Sezze e Priverno, è conosciuta una zuppa di fave, carciofi e altri ortaggi tipici della stagione primaverile, accompagnate da pane raffermo e da uova in camicia. Siamo alle ultime battute per quanto riguarda l’utilizzo dei carciofi, ma ancora in tempo per gustare fave fresche e piselli! Nella provincia di Latina possiamo distinguere due diverse aree culturali che hanno condizionato la cultura gastronomica del luogo: una post bonifica in pianura con l’insediamento massiccio delle popolazioni provenienti dal Nord, in particolare dal Veneto, che hanno introdotto le usanze gastronomiche della terra natia, e quella della popolazione dei monti Lepini, riconducibile a tutta la provincia, con l’utilizzo dei prodotti tipici del territorio, soprattutto piselli, fave, lattuga, carciofi, ecc.
Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti (4 PERSONE)

200 g di piselli freschi sgranati
150 g di fave fresche sgranate
3 carciofi
1 piccolo piede di lattuga
1 cipolla
4 uova
4 fette di pane casereccio raffermo
2 cucchiai di pecorino grattugiato
4 cucchiaiate di olio extravergine di oliva
sale.
n.b. Per rimanere di più vicino alla tradizione contadina del
luogo, si consiglia l’uso del pane e dei carciofi di Sezze e dell’olio
dei Monti Lepini.

Preparazione

Per prima cosa preparare tutte le verdure e i legumi: tagliare a spicchi i carciofi, a striscioline la lattuga, sgranare piselli e fave. Rosolare la cipolla tritata finemente con l’olio extravergine di oliva e poi unire tutti i legumi e le verdure. Mescolare e ricoprire tutto con un litro di acqua bollente, salare e lasciar cuocere a fuoco medio per circa un’ora. Una volta cotto, preparare le uova in camicia. Distribuire le fette di pane nelle scodelle e su ognuna un uovo in camicia. Ricoprire con la zuppa bollente e cospargere con il pecorino grattugiato.

Curiosità
A Sezze e Priverno, ogni famiglia ha la sua “autentica” bazzoffia. Gli ingredienti potevano cambiare a seconda della stagione. Anticamente al posto delle uova la bazzoffia veniva servita con il baccalà o con le lumache.

Condividi          

Editoriale

Password

Colloqui con il padre

Altri in evidenza

Altri in evidenza

NSDS Maggio Giugno 2024

Ultimo numero

Nel Segno del Sangue

La nostra voce forte, chiara e decisa sulla società, sul mondo, sull’attualità, sulla cultura e soprattutto sulla nostra missione e vita spirituale come contributo prezioso alla rinascita e allo sviluppo della stessa Chiesa.

Abbonati alle nostre riviste

Compila il modulo on-line con i tuoi dati e riceverai periodicamente il numero della rivista a cui hai deciso di abbonarti.

Le nostre riviste

Primavera Missionaria: il bollettino di S. Gaspare
Nel Segno del Sangue: il magazine di attualità dell’USC
Il Sangue della Redenzione: la prestigiosa rivista scientifica.

Copertina Primavera Misionaria
Copertina Nel Segno del Sangue
Copertina Il Sangue della Redenzione