Primavera Missionaria News. Dal 1953 la voce di San Gaspare nel mondo

L’oggi di Dio che illumina e trasfigura

di Nicola Antonio Perone e Federico Remoli 

La quaresima è il cammino verso Gerusalemme, verso la Pasqua, e quindi anche verso la passione, morte e resurrezione del Signore. All’interno di questo cammino tre apostoli, Pietro, Giacomo e Giovanni vivono una tappa decisiva: la salita al monte Tabor, una salita faticosa e impegnativa, proprio come le difficili giornate che spesso viviamo nella nostra vita. Proprio però al termine di questa ardua salita, gli apostoli vivono un’esperienza di luce che mai si sarebbero aspettati. Loro avevano Gesù tutti i giorni accanto, Pietro aveva addirittura compiuto la sua professione di fede, eppure si stupiscono nel vederlo manifestarsi come Dio. Accade anche a noi che, stando con il Signore, spesso diamo per scontato la nostra fede ma non abbiamo una vera relazione con Lui e non lo riconosciamo come l’unico Signore e Salvatore della nostra storia. Quando Egli si manifesta come tale, la cosa stupisce anche noi. La luce, sempre presente nella nostra vita, si manifesta solo nell’intimità vera con Lui, intimità della quale abbiamo magari fatto esperienza ma che nella quotidianità rischiamo di non cogliere nella sua preziosità.  

Questo tempo di quaresima è proprio l’iniziativa di Dio per trarci in disparte, anche con fatica, e mostrarci che la sua sequela, fatta anche di scelte difficili e contraddizioni, è l’avventura alla scoperta che la presenza di Dio rende nuove tutte le cose, e tutto può diventare una luminosa manifestazione dell’amore che Lui ci ha donato e che noi siamo chiamati a condividere.  

L’esperienza degli apostoli può essere anche la nostra e questo brano ci mostra come Gesù si manifesta tra due persone concrete, Mosè ed Elia. Noi infatti entriamo in relazione con Lui innanzitutto incontrandolo nella sua Parola, la quale è memoria dell’opera di Dio nella storia di Israele, resa da Dio non una semplice storia, ma una Storia di Salvezza, scritta da Dio per l’uomo e con l’uomo. Questa storia però non è solo legata al passato, non è una memoria, ma in Cristo diviene memoriale, cioè si incarna ed è realtà concreta e tangibile anche per noi, oggi. Questa è la profezia simboleggiata da Elia. Non un predire il futuro come degli indovini, ma lasciarsi stupire dall’oggi di Dio che illumina e trasfigura tutte le cose.


   https://youtu.be/MC5KbOTD6kM 

Condividi          

Editoriale

Password

Vita

Vita

Ogni vita umana ha un valore…

Colloqui con il padre

Altri in evidenza

Altri in evidenza

NSDS Marzo-Aprile 2023

Ultimo numero

Nel Segno del Sangue

La nostra voce forte, chiara e decisa sulla società, sul mondo, sull’attualità, sulla cultura e soprattutto sulla nostra missione e vita spirituale come contributo prezioso alla rinascita e allo sviluppo della stessa Chiesa.

Abbonati alle nostre riviste

Compila il modulo on-line con i tuoi dati e riceverai periodicamente il numero della rivista a cui hai deciso di abbonarti.

Le nostre riviste

Primavera Missionaria: il bollettino di S. Gaspare
Nel Segno del Sangue: il magazine di attualità dell’USC
Il Sangue della Redenzione: la prestigiosa rivista scientifica.

Copertina Primavera Misionaria
Copertina Nel Segno del Sangue
Copertina Il Sangue della Redenzione