Primavera Missionaria News. Dal 1953 la voce di San Gaspare nel mondo

“Trova un pretesto”

di Marco Lambertucci 

L’intervista a Sara Gio sul suo nuovo singolo 

Primavera Missionaria ha avuto la gioia di intervistare Sara Gio riguardo la sua esperienza a “Casa Sanremo”, vissuta nella prima settimana di febbraio. 

Cara Sara, hai avuto il privilegio e la gioia di poter partecipare a “Casa Sanremo”, portando un tuo singolo dal titolo “Trova un pretesto”. Ci racconti come ha origine questo brano e a cosa si ispira? 

Ciao Marco, ciao a tutti e grazie per questa intervista. Grazie per questa opportunità di esprimere che cosa vuol dire per me “Trova un pretesto”, un brano scritto qualche anno fa che nasce da un’esigenza. Io inizio come interprete e comprendo, nel corso degli anni, che non mi basta più interpretare dei brani scritti da altre persone, ma ho proprio la necessità di esprimere qualcosa di mio e lo faccio in musica, parlando proprio dell’amore che io ho per la musica e che la musica mi ridona. 

Quali sono state le sensazioni che hai provato a “Casa Sanremo”; come nasce la tua passione per la musica e quanto, quest’ultima, ti continua ad accompagnare nel tuo percorso di vita? 

“Casa Sanremo” è stata una bella esperienza! Tante le emozioni e ho avuto la possibilità di partecipare a Masterclass, di esibirmi live, di confrontarmi con altri artisti. È comunque un contesto in cui si respira musica e quindi devo dire che calcare quelle scene non è una cosa da tutti i giorni. Certo, ci vuole preparazione, quindi ad oggi ti dico che mi trovi reduce dal videoclip e prossima alla registrazione e ultimazione in studio dei miei brani. Che dire, la musica è qualcosa che mi accompagna da sempre, è comunque la colonna sonora di ogni mio momento importante. 

Prendendo spunto dal tuo singolo “Trova un pretesto”, quale messaggio vorresti comunicare alle nuove generazioni? 

Già nel titolo del brano è nascosto un messaggio velato. Non a caso la scrittura arriva in un momento in cui pensavo di gettare tutto quello che era stato il mio percorso artistico-musicale fino a quel momento ma, ringraziando Dio, non mi sono limitata alla mia piccola visione, al mio piccolo orizzonte. Invece, ho risposto a degli input che sono arrivati dall’esterno, da una progettualità più grande di me, più grande di noi, perché credo che questa progettualità accompagna ognuno di noi. Per questo mi sento di dire alle nuove generazioni, ma non solo, che non dobbiamo limitarci alle difficoltà, agli ostacoli che incontriamo sul nostro cammino! Dobbiamo invece cercare di fare discernimento, di restare in ascolto e di trovare il nostro “pretesto” per portare a compimento ciò per cui siamo chiamati.  

Ringraziamo Sara Gio per averci concesso quest’intervista ed ora ascoltiamo il suo singolo “Trova un pretesto” in uscita il 1° marzo su tutte le piattaforme.  

Condividi          

Editoriale

Password

Vita

Vita

Ogni vita umana ha un valore…

Colloqui con il padre

Altri in evidenza

Altri in evidenza

NSDS Marzo-Aprile 2023

Ultimo numero

Nel Segno del Sangue

La nostra voce forte, chiara e decisa sulla società, sul mondo, sull’attualità, sulla cultura e soprattutto sulla nostra missione e vita spirituale come contributo prezioso alla rinascita e allo sviluppo della stessa Chiesa.

Abbonati alle nostre riviste

Compila il modulo on-line con i tuoi dati e riceverai periodicamente il numero della rivista a cui hai deciso di abbonarti.

Le nostre riviste

Primavera Missionaria: il bollettino di S. Gaspare
Nel Segno del Sangue: il magazine di attualità dell’USC
Il Sangue della Redenzione: la prestigiosa rivista scientifica.

Copertina Primavera Misionaria
Copertina Nel Segno del Sangue
Copertina Il Sangue della Redenzione